27/07/13

Il fiume e la nebbia

Senza parole... 








Qui non è successo niente
e non credo cambierà
come quest'acqua tra le sponde
non si ferma, ma in realtà

non ha mai cambiato il senso
e del resto come può
a quel mare io ci penso
ma mi fa paura... un po'. 
Qui non è successo niente
e non credo cambierà
e non è colpa della gente
è il cielo grigio che c'è qua

è questa nebbia che confonde
e che ci inghiotte sempre un po'
e con amore ci nasconde 
in una parola è il Po

E' per colpa di quel fiume se io sono ancora qui
perché un giorno c'era un ponte che univa gli argini
mentre adesso questo fiume in fondo è tutto ciò che ho
e tra diecimila anno è sempre qui che aspetterò

Perché in fondo il mare ha un lato
un solo lungo lato blu
e anche lo sguardo più allenato
non può vederne mai di più

mentre chi vive accanto a un fiume
anche se è grande come qui
vede benissimo il confine
e non può credere ai miracoli

E' per colpa di quel fiume se io sono ancora qua
perché un giorno su quel ponte mi fermai a metà
e quest'aria che mi opprime in fondo è tutto ciò che ho
fino a quando l'altro lato dei miei sogni troverò

Qui non è successo niente
e non credo cambierà
come quest'acqua tra le sponde
non si ferma, ma in realtà

non ha mai cambiato il senso
e del resto come può
a quel mare io ci penso
ma mi fa paura... un po'.



Daniele Silvestri
Il Fiume e la Nebbia




7 commenti:

  1. Il giro di chitarra iniziale non ti fa pensare alle musiche di Twin Peaks?

    Bella canzone, non la conoscevo :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Molto vagamente, quasi per niente :P

    Il pezzo è di Silvestri, ma era stato scritto per Fiorella Mannoia, che lo ha interpretato in modo splendido. Forse non lo hai semplicemente riconosciuto, cantato da lei è molto diverso.

    Io preferisco la versione di Silvestri, che per altro è il "mio" cantautore, su cui ho puntato fin dai suoi esordi, tanti tanti anni fa :P

    L'ho messa perché ieri mi sentivo un po' così. Come se niente potesse cambiare... oggi è già un altro giorno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Non so perché ma mi viene da associarla più a Gianluca Grignani, immagino sia uno dei suoi primi lavori.
    comunque gran bel testo, l' arrangiamento è piuttosto essenziale ma funzionale proprio come piace a me, grazie per avermela fatta scoprire. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nono, ti assicuro che Grignani non centra nulla con questo pezzo :)

      Elimina
  4. (riproviamo)

    Era già bellissima donata alla Mannoia

    grande Silvestri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvestri è il mio favorito *_*

      Questo pezzo è stupendo, chiunque lo interpreti :)

      Elimina

Siccome sono estremamente generosa, ho deciso di permettere anche agli utenti anonimi di commentare. Dati gli argomenti trattati, capisco che molti non vogliano mettere il loro nome, qua sotto, e per questo offro questa possibilità. Questo però non significa che abbiate la licenza di scrivere ogni cosa vi passa per la testa. Gli insulti gratuiti, ad esempio, verranno cestinati. Faccio affidamento sul vostro buon senso. E siccome questo è il MIO mondo, e qua vigono le mie regole, l'unico giudizio insindacabile ed inappellabile su cosa rientri nel buon senso spetta a me. Tutto quello che, a mio modesto parere, è spazzatura, verrà impietosamente cestinato. Mi riservo anche di ritornare sui miei passi, se la mia fiducia nel genere umano si dimostrasse mal riposta.